Il picking di magazzino è uno dei momenti più importanti nel processo di evasione degli ordini: si tratta, infatti, di prelevare gli articoli specifici di un ordine per poi imballarli e prepararli per la spedizione. 

É un processo che richiede sia attrezzature ad alta tecnologia sia un’organizzazione del lavoro manuale ottimale per mantenere un alto tasso di accuratezza nella preparazione ed evasione degli ordini. Una inefficienza in questa fase, al contrario, può portare inevitabilmente ad un rallentamento di tutta la catena di preparazione degli ordini.

Per questo motivo sono nate nel tempo sia tecnologie sia soluzioni di picking adatte per aumentare la produttività del magazzino. La scelta del metodo di preparazione degli ordini è, infatti, strategica sia per la corretta gestione del magazzino che per il buon rendimento dell’azienda.

Tra i sistemi applicati alla fase di prelievo delle merci per la preparazione degli ordini il batch picking è uno dei più efficienti. Vediamo quindi insieme questa strategia di picking, approfondendo nel dettaglio le tecnologie e i settori in cui questo metodo di prelievo risulta vincente.

Che cos’è e come funziona il batch picking o prelievo a lotti

Il batch picking o prelievo a lotti è uno dei metodi uomo-verso-merce con cui vengono prelevati gli articoli per la preparazione degli ordini. In questo sistema l’addetto al picking procede prelevando più articoli dello stesso tipo contemporaneamente (appunto lotti) per poi smistarli nei vari ordini.

Una volta finito, il batch di ordini passa ad un’altra area di stoccaggio dove verranno prelevati altri articoli, fino al consolidamento dell’ordine.

L’obiettivo del batch picking è ridurre il numero di viaggi del personale verso le aree di prelievo, aumentando così l’efficienza operativa.

Quali sono le principali caratteristiche del batch picking

La strategia del batch picking può essere applicata con diversi livelli di automazione, a seconda del tipo di magazzino in cui si sta lavorando. In generale, più il magazzino è gestito in modo automatico e più il batch picking risulterà efficiente e con un margine di errore vicino allo zero. 

Il prelievo a lotti si può dividere generalmente in 4 fasi:

  • Viene generata una picking list un documento con gli articoli da spedire ad un cliente, i quantitativi per ogni articolo e la loro posizione di stoccaggio nel magazzino. La picking list può essere cartacea, nei magazzini più piccoli, ma più spesso questa operazione viene gestita digitalmente.

  • Gli ordini vengono raggruppati – automaticamente e nel modo più efficiente se presente un sistema di gestione degli ordini o un WMS – affinché includano gli stessi articoli per ogni batch di ordini.

  • Le picking list, ordinate secondo il prelievo a lotti, vengono assegnate agli addetti al picking i quali seguiranno il percorso suggerito dal WMS per prelevare gli SKU. Se il magazzino non dispone di un sistema di gestione automatico, sarà invece necessario progettare anche il percorso consigliato.

  • Il picker, seguendo la picking list, preleva gli articoli secondo la strategia di prelievo a lotti, fino a completare il batch di ordini che gli è stato assegnato, per poi consegnarli al personale addetto all’imballaggio.

Come si può evincere, adottare sistemi di gestione di magazzino automatici e dotarsi di tecnologie all’avanguardia potenzia esponenzialmente l’efficienza del batch picking.

Quali tecnologie sono necessarie per applicare il batch picking nella propria realtà aziendale

Per applicare efficientemente il batch picking ci si può avvalere di software ad hoc che riducono le distanze da percorrere e la ripetizione dei movimenti. I warehouse management system (WMS) sono soluzioni modulari per la gestione dei flussi nei magazzini che, interfacciandosi con altri dispositivi, possono semplificare anche le funzioni di picking a lotti.

Le soluzioni di picking Modula per la preparazione degli ordini sono:

  • Put to Light – Il sistema con display che guida l’operatore nelle posizioni in cui inserire gli articoli per ogni ordine. Per ogni articolo, il display indica visivamente il contenitore e la quantità di ciascuno SKU da inserire. Grazie al WMS il sistema Put to Light può essere implementato anche per la strategia di batch picking. 
  • Picking Station – Strutture in acciaio con ripiani per contenitori, integrabili sia in magazzini tradizionali a trasporto manuale che con il trasporto automatizzato. Si tratta delle strutture su cui meglio funziona e viene applicato il dispositivo Put to Light.
  • Picking Cart – A differenza delle Picking Station fisse, i Picking Cart sono carrelli manovrabili grazie alle ruote pivotanti. È attrezzato con ripiani per i contenitori e di display Put to Light per un agevole prelievo dei giusti articoli. I Picking Cart sono utilizzabili sia all’interno di magazzini con scaffalature tradizionali sia in magazzini automatici verticali per la movimentazione nel prelievo a lotti.

Quando può essere vantaggioso utilizzare il batch picking

Il sistema di prelievo a lotti risulta particolarmente efficace ed ottimizzato quando:

  • I prodotti da prelevare sono di dimensioni omogenee e piccole – In questo modo l’operatore potrà preparare facilmente i batch di ordini riponendoli nella picking cart.
  • L’azienda ha molti ordini da processare – Perché si abbattono i tempi di preparazione ordini e di recupero degli items che lo compongono, ottenendo anche una minore congestione del magazzino.
  • Gli ordini presentano pochi SKU e omogenei – In questo modo sorting e picking possono essere eseguiti insieme nello stesso momento. Questo rappresenta un ulteriore controllo e riduzione degli errori di prelievo.

I vantaggi del batch picking nella preparazione degli ordini sono quindi:

  1. Riduzione del numero di viaggi
  2. Riduzione della manodopera e dei costi
  3. Riduzione della fatica
  4. Aumento della produttività

In più con Mobile Picking APP , compatibile con i sistemi Android, è possibile comunicare direttamente con il WMS di Modula che guida il picker nella selezione degli articoli per i batch di ordini.

Quali settori utilizzano il batch picking 

Il batch picking, come hai potuto vedere, presenta degli indubbi vantaggi nella gestione di un magazzino in cui il numero di articoli non è eccessivamente vasto e gli ordini sono piuttosto omogenei. Questo fa sì che si tratti della strategia di picking preferibile per gli e-commerce – di qualsiasi settore siano – dove la velocità e l’accuratezza degli ordini devono essere ai massimi livelli. 

Se vuoi approfondire meglio come ottimizzare le operazioni di picking in magazzino, scarica il nostro Manuale, un’utile guida gratuita per massimizzare l’efficienza di una delle fasi più strategiche nella gestione ed evasione degli ordini.

Come ottimizzare le operazioni di picking in magazzino?

Il picking è il cuore del magazzino, ed è una delle attività di gestione del magazzino che va progettata con maggior cura e attenzione.

Scarica il nostro approfondimento su come ottimizzare il picking.

SCARICA IL MANUALE SUL PICKING
Quanto ne sai di magazzini verticali? Fai il quiz!