Negli anni le abitudini di acquisto sono cambiate. Nel 2021 il 70% delle famiglie ha dichiarato di acquistare i generi alimentari online e non più al supermercato. Sono due le strade possibili per chi acquista la spesa online: farsela recapitare direttamente a casa o prenotare uno slot di ritiro nel punto vendita. In entrambi i casi i tempi di attesa sono tendenzialmente ridotti. Si va da un minimo di un’ora ad un massimo di tre giorni.

O almeno questo è quello che il cliente si aspetta. Per questo motivo, oggi le tempistiche rappresentano una leva competitiva davvero notevole.

Chi si occupa di vendite online e di e-grocery sta cercando un modo per ottimizzare il proprio magazzino o i propri centri di distribuzione. Un magazzino efficiente consente di evadere gli ordini più velocemente e senza errori, quindi a fidelizzare il cliente. 

La soluzione per questo tipo di esigenza è sicuramente l’automazione, in particolare molti hanno trovato risposta nell’utilizzo di magazzini automatici verticali.

Che si tratti di rinnovare strutture esistenti – spiega David Lind, Director of Business Development di Modula – o iniziare da zero con un nuovo magazzino, gli e-grocery vogliono ottimizzare tutto: spazio, tempo, produttività, consumo di energia, integrità e disponibilità del prodotto. Inoltre, stanno cercando soluzioni che garantiscano la sicurezza dei lavoratori e condizioni di lavoro meno stressanti”.

Leggi il nostro approfondimento su “Come organizzare la logistica nell’e-grocery: dai magazzini automatici al picking automatizzato” (https://www.modula.eu/blog/come-organizzare-la-logistica-nelle-grocery-dai-magazzini-automatici-al-picking-automatizzato/) per apprendere al meglio il motivo per il quale i magazzini automatici hanno un ruolo fondamentale nella logistica nel settore e-grocery.

Magazzini automatici Modula: i casi di successo nel settore e-grocery

Modula propone soluzioni che si adattano perfettamente ad ogni singola casistica, senza dover a tutti i costi rivoluzionare l’intralogistica aziendale. Possono essere affiancati ai magazzini manuali, aiutando l’operatore a completare la preparazione della spesa in modo più veloce ed efficiente. In questo caso dentro al Modula potrebbe essere stoccata la merce ad alta rotazione, così da averla sempre a portata di mano. 

Ma non solo, la spesa pronta può essere conservata rispettando le temperature di conservazione dei prodotti freschi, in attesa della consegna a domicilio o del ritiro nel locker fisico posizionato fuori dal negozio.

Con i magazzini verticali Modula i prodotti possono essere immagazzinati fino a 16 metri di altezza in un’unità sicura e protetta che li consegna automaticamente a un operatore. 

Ma non solo: anche i caroselli orizzontali, possono essere ideali per lo stoccaggio nell’e-grocery, soprattutto nei casi in cui vi siano ambienti con soffitti bassi. Grazie alla facile integrazione col software WMS con qualsiasi sistema ERP o DMS esistente, un rivenditore può automatizzare il processo di prelievo e stoccaggio. Gli operatori non hanno bisogno di cercare prodotti sugli scaffali, basta premere un pulsante per ricevere i prodotti a portata di mano.

Nella filiera dell’e-grocery – continua Lind – è necessario tenere in considerazione molti fattori. Dalle elevate spese per l’adempimento dell’e-commerce di generi alimentari, alla necessità di garantire che l’inventario corrisponda alla domanda, ma anche agli attuali elevati costi di trasporto e manodopera. Un consiglio che mi sento di dare è quello di valutare non solo le esigenze attuali, ma anche quelle future. Utilizzi principalmente magazzini di distribuzione centralizzata o trarresti vantaggio dall’aggiunta di micro-fullfilment center di evasione completamente funzionanti? Hai bisogno di una soluzione di buffering per gli ordini completati? Quali sono i tuoi requisiti di temperatura? Si può iniziare in piccolo, anche con un solo magazzino Modula e un robot ad esempio, per poi espandere il sistema man mano che si cresce. È così che hanno fatto Tulips, Conad Nord Ovest e Coviran”.

Tulips: primo supermercato italiano native digital     

Tulips è il primo supermercato native digital d’Italia con un vero e proprio dark store e consegna entro 3 ore dall’ordine. La spesa viene fatta solamente online, con la possibilità di riceverla a casa o di ritirarla in negozio. In questo settore un picking rapido e preciso è fondamentale, per questo l’automazione in magazzino gioca un ruolo chiave, e non si può pensare di lasciare tutto manuale. 

Per eseguire molti ordini contemporaneamente, nel 2021 Tulips ha implementato 6 Modula Lift e un picking cart. In questo modo i tempi di preparazione della spesa si sono notevolmente ridotti. Questo significa sia clienti più felici, sia possibilità di evadere più ordini nello stesso tempo e quindi più guadagno.  

La tecnologia Modula – racconta Enrico Martini di Tulips – si è integrata perfettamente con un software che controlla tutte le fasi: dalla piattaforma e-commerce fino a tutta la gestione della vita del magazzino. Per ora stocchiamo dentro ai Modula solo i prodotti a temperatura ambiente, ma per il 2023 abbiamo in programma di acquistare dei Modula Climate Control per stoccare i prodotti freschi”.

Conad Nord Ovest: i magazzini Modula agevolano l’ergonomia degli operatori

Conad Nord Ovest è una società cooperativa della GDO con sede a Cagliari, in Italia. 

Negli anni ha acquistato ben 15 magazzini Modula con cui ha potuto:

  • stoccare oltre il 35% dell’assortimento all’interno dei magazzini sul 5% della superficie di magazzino
  • gestire oltre 4.000 colli al giorno
  • servire più di 50 punti vendita al giorno

I sistemi verticali Modula non hanno solo permesso di ridurre gli spazi ma anche gli errori legati al picking e di velocizzare moltissimo la preparazione degli ordini.

ll picking della merce avviene in modo assolutamente semplice senza margini di errori e la gestione dei flussi è collegata al sistema WMS dei verticali” afferma Roberto Pau, Responsabile della Logistica, che di questa innovazione è stato promotore.

Con Modula è cambiato l’approccio alla gestione delle merci e si è ridotto lo sforzo fisico degli operatori. Il punto focale è l’ergonomia delle persone” dichiarano gli operatori stessi che si trovano ora a lavorare sui magazzini verticali.

La parte più interessante è il miglioramento dell’ergonomia di chi lavora, la possibilità di minimizzare i rischi delle persone che operano in magazzino perché mai come ora il benessere del personale rappresenta una priorità per le aziende e l’automazione in questo è una leva efficace e sicura.

Coviran: doppia baia per ridurre il tempo di inattività

Coviran è una delle più importanti catene di supermercati spagnole.

Usano i magazzini automatici verticali Modula per distribuire ai negozi:

  • Prodotti di igiene personale
  • Prodotti alimentari di lunga scadenza

Hanno installato 2 magazzini verticali Modula Lift ML50D con doppia baia esterna, che fornisce un notevole aumento della produttività riducendo i tempi di inattività. Il cassetto in attesa si presenta all’operatore pochi secondi dopo la fine delle operazioni sul cassetto precedente. Questo scambio di cassetti quasi simultaneo ha incrementato in modo rilevante la produttività di Coviran.

Modula può aiutarti nella transizione in modo immediato o graduale con la serie di magazzini verticali o caroselli orizzontali che possono essere installati in base alle tue esigenze. Scarica l’approfondimento per maggiori dettagli.

Idee per la riorganizzazione del magazzino

Migliorare l’organizzazione del magazzino non deve necessariamente essere un’operazione complessa: studia le planimetrie, pensa sia in orizzontale che in verticale, intervista il tuo team.

Scopri alcuni suggerimenti facili da implementare per aumentare subito la soddisfazione del personale e i tuoi guadagni.

Scarica il PDF