Nell’era dell’industria 4.0 il magazzino automatizzato robotizzato si sta rivelando una soluzione efficace, in grado di garantire elevate performance nella logistica di magazzino. Ma a cosa si fa riferimento quando si parla di magazzino robotizzato? Nei prossimi paragrafi approfondiremo caratteristiche e vantaggi di questo innovativo sistema di stoccaggio e gestione delle merci.

Che cos’è un magazzino robotizzato

Un magazzino robotizzato è un impianto dotato di sistemi automatizzati di gestione delle merci a cui sono state implementate soluzioni meccaniche robotizzate. Si tratta di un sistema per la logistica di magazzino in cui robot e automazione lavorano in completa sinergia per garantire una più veloce e precisa gestione dell’intero iter di movimentazione di beni e prodotti. 

Robot cartesiano e robot antropomorfo per i magazzini automatizzati

I robot cartesiani e i robot antropomorfi sono tra le più diffuse soluzioni di robot integrabili ai magazzini automatizzati. 

I robot cartesiani sono definiti anche robot lineari, perché utilizzano il sistema lineare cartesiano per la movimentazione delle merci in piano. Si tratta di robot industriali, progettati per eseguire movimenti in linea retta lungo i tre assi x, y e z. In base alle coordinate cartesiane e secondo il proprio grado di libertà, un robot cartesiano è, infatti, in grado di muoversi raggiungendo posizioni predefinite all’interno degli spazi di lavoro. Un robot cartesiano è una risorsa molto versatile in ambito logistico, perché permette una movimentazione precisa anche in spazi limitati.

I robot antropomorfi, costituiti ad esempio da bracci meccanici, si dimostrano a loro volta una soluzione versatile per ottimizzare e velocizzare la movimentazione di carichi anche pesanti, contribuendo a semplificare le operazioni di spostamento delle merci e di picking. I robot antropomorfi sono, inoltre, in grado di raggiungere aree di lavoro di difficile accesso o su più livelli, pensiamo ad esempio ai robot antropomorfi che lavorano “in quota”, operando su contesti non in piano.

Vantaggi di un magazzino automatizzato robotizzato

Un magazzino automatizzato robotizzato è in grado di semplificare le operazioni di logistica, rendendo più efficiente la movimentazione delle merci e la gestione del picking, ma è anche un valido strumento per gestire attività pesanti, un tempo totalmente a carico degli operatori. Si può dire, dunque, che i vantaggi dei magazzini robotizzati si riversino su più fronti: dall’ottimizzazione dei processi di gestione del magazzino, al miglioramento delle condizioni di lavoro e di sicurezza degli operatori. Tra i principali vantaggi di un magazzino automatizzato ricordiamo:

  • miglioramento di qualità e prevedibilità a livello di produzione;
  • miglioramento dell’organizzazione del lavoro;
  • sviluppo di operazioni di co-picking dei prodotti (collaborazione uomo-robot); 
  • miglioramento delle condizioni di lavoro (gestione di azioni ripetitive e carichi pesanti); 
  • versatilità di applicazione in differenti ambiti e settori;
  • maggiore attenzione alla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • garanzia di adeguato distanziamento inter-operatore nelle postazioni di lavoro (soprattutto considerando le misure a prevenzione della diffusione da Covid-19);
  • migliore gestione nell’ambito della reverse logistics.

Come integrare un robot all’interno di un magazzino automatizzato?

Modula ha sviluppato magazzini automatizzati in grado di lavorare in sinergia con i robot, permettendo di ottimizzare i processi di gestione delle merci e del picking.

Tra le proposte Modula, OnePick unisce con efficacia la tecnologia robotica all’automazione di magazzino. OnePick è, infatti, il magazzino verticale Modula Lift automatico con baia di picking dotata di robot cartesiano. La baia dell’impianto ha un’altezza da terra predefinita, in grado di integrarsi automaticamente con rulliere, conveyor, nastri trasportatori. Modula OnePick è una soluzione semplice e facilmente integrabile con sistemi esterni di handling, come conveyor e AGV. La combinazione tra robot e automazione permette di installare un magazzino verticale anche in zone di difficile accesso, lontane dalla postazione dedicata alla ricezione della merce. Modula OnePick utilizza un software WMS in grado di mappare la posizione dei contenitori nel cassetto. Tale posizione viene utilizzata anche nelle operazioni di picking, dal momento che la pinza utilizza la stessa mappatura per orientarsi e per prelevare in autonomia quanto richiesto. Si tratta di un sistema perfetto per la movimentazione di scatole (ad esempio in plastica o cartone). 

I magazzini Modula possono, inoltre, essere interfacciati con robot antropomorfi. In questo caso, solitamente, il robot viene inserito all’interno di un’isola robotizzata e può essere posizionato stabilmente di fronte al magazzino Modula oppure montato su un binario, per poter asservire più di un magazzino. In casi particolari il robot può essere montato su un veicolo a movimentazione manuale o autonoma. 

Per il corretto funzionamento del robot nelle operazioni di magazzino, sarà necessaria sia la licenza WMS (che integra l’interfacciamento attraverso un protocollo di comunicazione software basato su accesso diretto alla memoria del PLC robot o in modalità server socket) che la predisposizione “kit robot” su quadro elettrico per la gestione dei segnali elettrici. L’abbinamento Modula e robot antropomorfo è ideale per lo spostamento di cassette o anche nel caso di operazioni di each picking ovvero di prelievo di singoli pezzi (o SKU) presenti all’interno di un contenitore per la preparazione di ordini compositi (contenenti pezzi con diversi SKU). L’each picking, spesso utilizzato in centri di distribuzione, si serve di robot antropomorfi per le operazioni ripetitive, semplificando il processo di preparazione dell’ordine e ottimizzando tempi e qualità del lavoro.

Aziende che hanno scelto i magazzini automatici robotizzati

Molte aziende di differenti settori hanno scelto sistemi per la gestione della logistica di magazzino o per la produzione che integrano i robot al magazzino automatico, ottenendo risultati efficaci e performanti, vediamo alcuni esempi:

  • Magazzini automatizzati robotizzati Modula per Ford Motor Company Valencia

    Alle porte di Valencia sorge dal 1973 la sede spagnola della Ford Motor Company. In questo stabilimento, dove oggi lavorano più di 8.000 dipendenti, le linee di produzione sono operative 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le modalità di gestione dello spazio e l’accuratezza dei tempi di approvvigionamento sono da sempre stati il focus dello stabilimento, e rischiavano di essere minate dalle saltuarie interruzioni alle linee produttive. Ford era, dunque, alla ricerca di sistemi che rendessero rapidamente disponibili i componenti necessari alla fabbricazione delle automobili e che permettessero un più preciso immagazzinamento delle parti necessarie in fase di produzione, per ottimizzare le operazioni di picking da parte degli operatori. I magazzini Modula si sono rivelati la soluzione perfetta. L’implementazione di tre magazzini Modula integrati con robot antropomorfi nella linea di produzione dei motori ha garantito continuità produttiva e qualità di stoccaggio. I magazzini robotizzati sono stati utilizzati sia per la movimentazione di componenti all’interno dell’area di produzione che come buffer, fungendo da aree di stoccaggio intermedio nel caso di fermi per guasto alla linea produttiva.

  • Magazzini robotizzati automatizzati Modula per Speroni S.p.A.

    Speroni S.p.A. è un’azienda italiana produttrice di pompe, elettropompe e gruppi di pressione, dalla capacità produttiva giornaliera di oltre 3.000 articoli. Per aumentare la produttività e migliorare la qualità dei prodotti, Speroni ha sviluppato all’interno della sua area produttiva un’isola di lavoro completamente automatizzata, che permette lo stoccaggio sia del materiale non ancora trattato che dei pezzi finiti. Speroni ha deciso di implementare nella propria linea produttiva un magazzino Modula integrato con robot antropomorfo, la cui funzione è di buffer, operativo 24 ore su 24. In questo modo è possibile stoccare una maggiore quantità di componenti semilavorati e finiti, permettendo alla postazione di lavoro di operare in autonomia anche per tempi prolungati, per raggiungere una maggiore flessibilità nelle operazioni di produzione e migliori qualità di lavoro per gli operatori.

In ogni magazzino automatizzato robotizzato si possono chiaramente riconoscere tre elementi, ciascuno declinabile in base alle esigenze delle singole realtà aziendali: struttura (o sistema) automatizzato, robot e software WMS. Modula può guidarti nella definizione e scelta del magazzino automatizzato robotizzato più in linea con le tue esigenze. Vuoi saperne di più sui magazzini verticali e orizzontali Modula e sulle soluzioni per l’integrazione di robot nei magazzini automatici? Contattaci per parlare con un nostro consulente tecnico.

Vuoi saperne di più sui magazzini verticali e orizzontali Modula?

Se i magazzini Modula ti hanno incuriosito contattaci e ti spiegheremo come utilizzarli al meglio in base alle tue esigenze.

Contattaci
Contatta Modula