Modula ospite a 'Italia 4.0', il programma tv dedicato alla rivoluzione digitale

24/05/2018

La logistica nell'era dell'industria 4.0. si deve rapportare con la rivoluzione digitale, tra intelligenza artificiale e machine learning, tra cognitive computing, analisi predittiva e tracciabilità.
Molte le tecnologie abilitanti 4.0 che stanno rivoluzionando il settore, anche alla luce del Piano Calenda.
Qual è l'impatto dell'automazione e del digitale? Come sta cambiando il fattore umano?

Non siamo ancora pronti per le consegne della pizza con i droni e i camion a guida autonoma, per ora li troviamo solo in perimetri controllati, ma è innegabile che il mondo della logistica e dei trasporti sia orientato a un futuribile universo che prospetta scenari prima impensabili.
Il nostro mondo sta cambiando così come il settore della logistica di fronte ad un nuovo paradigma industriale chiamato Industria 4.0.
Di questo hanno discusso nella trasmissione "Italia 4.0”- MilanoFinanzaTV- Class Editori ospiti di Andrea Cabrini:
• Pietro Pedone, consulente Assologistica
• Damiano Frosi- Direttore dell’Osservatorio Contract del Politecnico di Milano
• Francesco Matteo Soncini Sessa - Direttore Logistica di Reply
• Massimiliano Gigli - CEO Modula S.p.A.

Se il settore della logistica muove oggi in Italia 80 miliardi di euro (dato 2017) e cresce ogni anno dell’1%, coinvolgendo più di 100.000 aziende, di sicuro la sensazione è che ci sia fermento.
Anche noi di Modula abbiamo visto numeri in crescita e abbiamo riscontrato da parte del mercato un forte interesse nei confronti delle nostre soluzioni di intra-logistica, che si distinguono per essere concepite in un’ottica di completa integrazione e di lean production.
Dai robot collaborativi ai sistemi automatizzati che muovono gli scaffali (come il Kiva in Amazon) il passo è breve, le tecnologie diventano sempre più strumenti diversi di un’orchestra al cui comando rimane comunque l’uomo.
Se prima il concetto era "uomo alla merce”, ora è la merce che va all’uomo, le tecnologie dialogano fra loro e agevolano la manodopera, all’insegna dell’ergonomia, con mansioni che cambiano e che hanno come fulcro la conoscenza umana.

Un altro fattore rilevante è rappresentato dalla velocità, non solo intesa come rapidità di produzione e di consegna, come il dictat dell’ecommerce impone, ma anche nella sua accezione di sincronia: nulla può attendere se si cerca l’efficienza. Non può attendere la nave in porto, né il camion per caricare, né il consumatore, né l’azienda che deve produrre.
Il processo cambia e il passaggio da push a pull è ormai già sotto i nostri occhi. C’è chi direbbe che "si prende appuntamento col magazzino”.

Per questo i processi vanno efficientati al massimo e tracciati, ad esempio con l’adozione di tecnologie come i magazzini automatici verticali o la partnership con operatori logistici che assumono un ruolo sempre più determinante.

Il focus allora si sposta sempre di più sulla supply chain, anche in Italia, ed è qui che si diventa competitivi realmente, con una logistica sempre più industrializzata e 4.0.

Tutto questo sta avvenendo e avverrà solo a fronte di una trasformazione digitale a 360 gradi dove i dati diventano i drivers e aiutano a pianificare, collaborare, migliorare e prevedere. Siamo solo all’inizio di una rivoluzione industriale, la quarta, con la quale diventeremo tutti più tracciabili, più evoluti, automatizzati.

Il tessuto imprenditoriale italiano fatto di piccole e medie imprese è pronto a questo cambiamento, stavolta, perché imprenditori, manager e amministratori sono per primi consumatori (prosumer forse) che vivono i processi di acquisto ogni giorno e vogliono lavorare e portare nella loro realtà industriale i plus delle aziende digitali o dei colossi multinazionali.

Modula è protagonista indiscussa di questo trend e di questo fermento e si pone come player di rilievo per le aziende non solo per le sue caratteristiche di automazione, velocità, efficienza, ma anche nel processo di miglioramento dell’ergonomia in cui operatori sono sempre “meno carichi e più intelligenti”.
Interfaccia smart, touch screen user friendly e picking senza errori per servire magazzino e produzione in fretta e senza errori.

Tutto questo e molto di più è emerso negli studi di Class. Potete vedere la puntata completa qui.

Modula at Italia 4.0

NON PERDERTI GLI AGGIORNAMENTI!

Seguici sui nostri social!

Contattaci