Grand Opening: Modula alla conquista dell’Oriente!

19/11/2019

Lo scorso 13 Novembre è stato un giorno davvero speciale a Suzhou.

È stato il giorno del Grand Opening con il taglio del nastro del nuovo stabilimento di Modula China Automation Equipment.

Uno stabilimento iper moderno e basato sui principi dell’industria 4.0 che conta circa 21 mila metri quadri e in cui verranno prodotte oltre 1000 macchine all’anno, grazie a circa 100 addetti tra impiegati e operai. Concepito come la fabbrica italiana, anche nel complesso cinese la protagonista assoluta è l’innovazione: dalla materia prima al prodotto finito, passando dalle isole robotizzate alle linee Salvagnini.

Oltre 300 persone hanno partecipato alla cerimonia d’inaugurazione che ha visto alternarsi sul palco, dopo la tradizionale Lion Dance:
- il Presidente di Modula, Franco Stefani
- Valeria Petroli, Deputy Trade Commissioner dell'Agenzia ICE - Italian Trade & Investment Agency di Shangai
- Valtero Canepa, Vice Presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina
- il Console Generale, Maria Ludovica Murazzani
- la rappresentante della municipalità di Suzhou (SIP)

Modula China Stefani

Nelle loro parole l’orgoglio per la sempre più viva cooperazione tra Cina e Italia, paesi sempre più legati in termini economici e politici e ovviamente un focus sulla nuova filiale di Modula, ultima milestone di un percorso che ha visto l’imprenditore Franco Stefani investire nel distretto di Suzhou già nei primi anni 2000.

Le relazioni tra Cina e Italia hanno registrato una tendenza particolarmente positiva negli ultimi cinque anni. La Cina è infatti un partner commerciale fondamentale per l’Italia, sia in termini di esportazioni che di importazioni. Dallo scorso gennaio sono stati anche favoriti gli investimenti diretti esteri, operativi da gennaio 2020, per tentare di garantire un level playing field, aprire maggiormente il paese ai capitali stranieri e fornire maggiori elementi di sicurezza per gli investitori internazionali, che godranno di eguale trattamento e accesso al mercato rispetto ai loro competitor cinesi.

Al termine degli speech, gli ospiti hanno avuto la possibilità di effettuare un tour della fabbrica cinese, guidati dallo staff che ha illustrato loro il processo produttivo dei magazzini automatici verticali: linee ad altissimo contenuto tecnologico corredate di robot antropomorfi per trasformare fogli di lamiera piana in magazzini finiti.

Un altro traguardo importante per Modula che non solo conferma la sua impronta internazionale, ma rafforza la sua presenza nel territorio trasferendo know how e investendo in paesi ad alto potenziale di crescita come la Cina.

NON PERDERTI GLI AGGIORNAMENTI!

Seguici sui nostri social!

Contattaci