Modula e Salvagnini: binomio all’insegna dell’automazione

04/10/2021

Nell’era dell’Industria 4.0, l’automazione è sicuramente una pietra miliare. Il trend prevede investimenti in netta crescita fino al 2030 per tutte le aziende nel campo della supply chain automation, cloud computing, robotics e AI.
Due leader dell’automazione industriale Modula e Salvagnini, hanno unito le loro forze creando una partnership come fornitori di tecnologia di produzione automatizzata.
Da una parte c’è Modula che realizza sistemi di stoccaggio automatici e dall’altra c’è Salvagnini che realizza impianti per la lavorazione della lamiera.
Abbiamo intervistato i due amministratori delegati nordamericani delle società, Antonio Pagano di Modula e Doug Johnson di Salvagnini America, per capire perché il passaggio all'automazione è inevitabile per la maggior parte dei produttori e in che modo tale passaggio può garantire un vantaggio competitivo alle imprese.

La sinergia tra Salvagnini e Modula: in che modo hanno iniziato ad utilizzare una i prodotti dell'altra

Quando ha lanciato il suo primo magazzino verticale nel 1987, il fondatore e presidente dell'azienda, Franco Stefani, decise di utilizzare il più possibile l'automazione all’interno del suo stabilimento produttivo e acquistò una Salvagnini FMS per eliminare i passaggi manuali di piegatura e punzonatura dei pannelli esterni dei magazzini verticali Modula. Osservando il miglioramento in termini di efficienza e qualità delle macchine Salvagnini, Modula ne ha acquistato molte di più per automatizzare funzioni aggiuntive come la punzonatura e il taglio laser. Tutti i componenti del Modula (i pannelli, i cassetti, le scale, etc.) sono prodotte da macchine Salvagnini. Il software integrato pianifica le operazioni di punzonatura, taglio laser e piegatura in modo del tutto automatico. L’assetto produttivo italiano con le tecnologie Salvagnini è stato tra l’altro interamente replicato nello stabilimento cinese di Suzhou e nei due americani in Maine o in Ohio.
"Questa integrazione software ci consente di pianificare in anticipo e gestire potenziali urgenze", ha affermato Antonio Pagano, CEO di Modula Inc.
Allo stesso modo, Salvagnini ha potuto toccare con mano i vantaggi dell'automazione derivanti dall'utilizzo dei sistemi di stoccaggio verticali Modula. La filiale degli Stati Uniti si concentra sulle vendite e sull'assistenza, e utilizza il Modula per gestire correttamente e automaticamente tutto l’inventario di pezzi di ricambio.
Doug Johnson, CEO di Salvagnini America, ha affermato che questa combinazione sarebbe potenzialmente preziosa per la metà dei loro clienti che fabbricano e lavorano il metallo.

Salvagnini

Perché un’azienda dovrebbe convertirsi all’automazione industriale?

A molte aziende, la prospettiva dell'automazione spaventa: sanno che la necessità esiste, ma non sanno da dove cominciare e quanto del loro prezioso capitale dovrebbe essere investito per realizzare il progetto.
Johnson ha sottolineato che l'automazione non deve essere tutto o niente: “Tutti vogliono pensare all'automazione in questi grandi termini. No, l'automazione si può strategicamente iniziare con una singola macchina, sostituendo i processi che in precedenza venivano eseguiti manualmente".
Pagano ha affermato che anche le aziende devono vedere l'automazione per il cambiamento culturale che rappresenta. “C'è una cultura che deve essere costruita, una cultura di ricerca di ciò di cui hai veramente bisogno e di ciò che è bene per te. Che cos'è una soluzione scalabile? Cosa può garantirti flessibilità in futuro?"

Il futuro dell'automazione

I vantaggi dell'automazione vanno ben oltre l'affrontare la carenza di manodopera. Con i magazzini automatici Modula si gestiscono i crescenti costi di produzione e logistica di magazzino, riducendo la necessità di spazio e problemi operativi/della catena di fornitura, migliorando il monitoraggio e l'utilizzo dei materiali.
Occorre pensare ad un ulteriore impiego di dispositivi IoT e intelligenza artificiale per la produzione in generale, afferma poi Johnson che ricorda una recente discussione con un cliente dove immaginavano il giorno in cui un semplice disegno potrà essere convertito in un prodotto pronto e consegnato senza alcun intervento umano. Non ci siamo ancora arrivati, ma le probabilità sono queste.
Quando la tecnologia raggiungerà questo obiettivo, le aziende focalizzate sull'automazione come Modula e Salvagnini saranno parte integrante di questo processo.

Modula e automazione

NON PERDERTI GLI AGGIORNAMENTI!

Seguici sui nostri social!

Contattaci