Slotting: come migliorare la gestione del posizionamento delle merci nel magazzino verticale

  • Slotting: come migliorare la gestione del posizionamento delle merci nel magazzino verticale

Slotting: come migliorare la gestione del posizionamento delle merci nel magazzino verticale

30 giugno 2019|Magazzini automatici|

Lo scopo della nostra analisi sarà sempre quello di ottenere il minor costo di gestione del magazzino, ottimizzando le locazioni di prelievo. Vuol dire prodotti meglio collocati nell’area di picking, meno spostamenti, meno tempo perso. Vuol dire mappare e analizzare lo storico e le attività di magazzino per capire quali prodotti mettere vicini e in che parte del magazzino.

In ogni magazzino esiste sempre una golden zone che è caratterizzata dalle piazzole o dalle locazioni in cui sono collocati i pezzi più movimentati. Se la golden zone viene compattata, le operazioni si ottimizzano, sin da subito.

L’ottimizzatore di Slotting normalmente agisce su analisi di posizionamento e secondo la classificazione ABC delle unità logistiche. Una buona analisi di slotting permette di risparmiare moltissimo in termini di gestione di magazzino, se il tempo di viaggio e il tempo di picking possono essere modificati a favore del tempo di picking, l’efficienza sarà indubbiamente migliore. Il punto di svolta è nel cercare di ridurre al massimo la somma tra i costi di prelievo e quelli di reintegro.

La presenza di un magazzino automatico è un chiaro esempio di efficientamento poiché i tempi di viaggio praticamente si annullano in favore di una golden zone concentrata nel magazzino e i costi di riordino sono facilmente prevedibili avendo sotto controllo tutti i prelievi, i depositi e i consumi del materiale.

Migliorare gestione magazzino

La capacità netta del magazzino automatico verticale in caso di volumi di slot crescenti ad esempio è altissima, inoltre la mappatura dettagliata dei cassetti e la suddivisione in scomparti tramite divisori e separatori consente un’ottimizzazione dello spazio impensabile in caso di utilizzo di scaffali, mensole, mezzanini o magazzini tradizionali.

Si può ragionare in termini di golden zone e slotting anche nel dettaglio del magazzino stesso: immaginiamo che nella parte centrale di un cassetto di un magazzino automatico (detto anche armadio verticale) i prodotti più prelevati e con rotazione più elevata siano sempre vicini e nella parte del cassetto più vicina e accessibile all’operatore. L’ampiezza dell’arco del braccio e la profondità del cassetto diventano delle variabili di calcolo per la collocazione dei prodotti.

L’utilizzo di vaschette, contenitori o di divisorie in metallo per la creazione di scomparti multipli e super dettagliati, può rendere ancora più efficiente il picking. Normalmente questi sistemi fanno parte del WMS oppure possono essere moduli che si affiancano al WMS in contesti di automatismo o nella preparazione manuale.

Quanto ne sai di magazzini verticali?

Migliorare la gestione delle scorte, aumentare la sicurezza del magazzino, velocizzare le operazioni di inventario… questi e tanti altri sono i vantaggi dei magazzini verticali.

Sai come funzionano? Mettiti alla prova!

Fai il quiz!
Quanto ne sai di magazzini verticali? Fai il quiz!