Per Supply Chain, o catena di distribuzione, si intende quel processo che mira a trasferire un determinato prodotto o servizio dal fornitore al cliente. È un processo molto lungo che coinvolge al suo interno diversi attori ed è composto da molte fasi, tra le più critiche vi è sicuramente la logistica del magazzino, ovvero quel complesso di attività, strategiche e organizzative, che consentono di gestire al meglio alcune delle fasi di questa catena di approvvigionamento.

Pur essendo molto diverse, sono in realtà due attività strettamente collegate tra loro e sono entrambe importantissime per il business: indispensabili per operare in modo più efficace e ottenere a una maggiore efficienza produttiva, si rivelano fondamentali anche ai fini del vantaggio competitivo.

L’abilità di un’azienda di trasferire un determinato prodotto o servizio, venendo incontro alle esigenze dei fornitori e rispondendo prontamente alle richieste dei clienti, non può infatti che essere legata anche alla sua capacità di coordinare al meglio ogni fase della catena di approvvigionamento (supply chain), allocare in maniera accurata le proprie risorse, gestire al meglio le operazioni di scarico e prelievo delle merci e quindi, più in generale, di gestire in modo impeccabile anche il magazzino.

Ottimizzazione della Supply Chain: dal coordinamento degli attori che operano lungo la filiera alla digitalizzazione dei processi logistici

Con Supply Chain non si intende solo il trasferimento e la distribuzione dei prodotti al cliente finale. Questo processo, infatti, è molto più complesso: riguarda diverse attività, che spaziano dalla gestione dei flussi in entrata e uscita allo stoccaggio delle materie prime, e coinvolge diversi attori lungo la filiera, la cui collaborazione è indispensabile per garantire un servizio di altissima qualità e il cui coordinamento può essere determinante ai fini della creazione di valore.

Ma per gestire in modo efficiente tutte queste attività, riducendo al minimo gli sprechi, ottimizzando le risorse e coordinando al tempo stesso i vari attori in gioco è importante poter avere sotto controllo ogni singolo anello della catena e per farlo può essere fondamentale investire sulla digitalizzazione dei processi aziendali.

E ovviamente anche la logistica di magazzino non può esserne esclusa. Per ottimizzare la Supply Chain e le attività che si svolgono al suo interno, aumentare la produttività e ridurre i costi, puntare sulla digitalizzazione e iniziare proprio da una riorganizzazione del magazzino può essere un ottimo punto di partenza.

Il magazzino infatti può avere un notevole impatto sul livello del servizio offerto e, se gestito in maniera più efficiente, può rappresentare un’importante leva per la competitività dell’azienda.

I vantaggi del magazzino automatico verticale, uno strumento utile anche per velocizzare la consegna del prodotto al cliente finale

Se l’obiettivo dell’azienda è implementare i processi logistici, al fine di migliorare la produttività, snellendo le operazioni di prelievo e scarico delle merci, risparmiando spazio e velocizzando così anche i tempi di consegna del prodotto finale al cliente, può essere molto utile investire in nuovi impianti automatizzati come ad esempio il magazzino automatico verticale a cassetti.

Come riesce un magazzino automatico verticale a velocizzare la consegna del prodotto al cliente e a migliorare la supply chain? Ecco quali sono i suoi principali vantaggi.

Innanzitutto, grazie ai magazzini automatici verticali, gli operatori non sono più tenuti a spostarsi per depositare e caricare i prodotti. La tracciabilità delle merci fa sì infatti che i prodotti che entrano ed escono dal magazzino siano più facili da trovare e possano essere localizzati molto più velocemente senza bisogno di muoversi tra gli scaffali.

Grazie a innovativi ausili visivi, come le barre LED o i puntatori Laser, gli addetti al magazzino hanno la possibilità di identificare meglio i prodotti da depositare o prelevare e questo non può che aumentare anche il grado di precisione nelle operazioni di picking, migliorare la gestione delle scorte, ridurre al minimo il numero di errori e velocizzare notevolmente tutte le operazioni di prelievo e versamento.

Investire in un magazzino automatico verticale significa anche mantenere degli standard di sicurezza molto alti. L’accesso può essere infatti limitato e consentito solo agli addetti autorizzati che possono accedervi o con un semplice login con password o con sistemi di riconoscimento più avanzati, come i lettori di badge o RFID.

Il magazzino automatico verticale, se connesso con il WMS, dà inoltre la possibilità di conoscere in tempo reale lo stato dell’inventario e delle giacenze in modo tale da evitare eventuali fermi nella produzione e un eventuale rallentamento del processo di consegna del prodotto al cliente.

Al fine di risparmiare tempo prezioso e rendere più rapidi i tempi di evasione degli ordini, il magazzino automatico verticale può essere associato al software WMS, un programma di gestione intuitivo e facile da utilizzare che consente di tenere sotto controllo il magazzino attraverso un semplice interfaccia PC. Un ottimo modo per tracciare le merci che entrano ed escono dal magazzino, monitorare lo stato dello stock, organizzare in modo più efficiente (e veloce) le scorte, confrontando giacenza teorica e giacenza reale e evitando errori in fase di inventario, ma anche per consegnare il prodotto al cliente in tempi decisamente più rapidi.

E-commerce: perché in questo settore l’ottimizzazione della Supply Chain può rivelarsi indispensabile

L’ottimizzazione della Supply Chain è senz’altro utile in qualsiasi attività, ma è soprattutto nel mondo dell’e-commerce che diventa davvero necessaria.

In un settore in costante crescita e in continua evoluzione come quello dell’e-commerce, in cui le aziende devono essere in grado di adattarsi in fretta ai cambiamenti e alle richieste dei clienti che appaiono sempre più esigenti, la velocità con cui si consegnano i prodotti può rappresentare un importante fattore di differenziazione con i competitor.

La concorrenza è spietata e le aziende per stare al passo con i tempi e riuscire a “sopravvivere” non possono che investire in nuovi progetti di automazione. Perché puntare proprio sull’ottimizzazione della logistica? Ecco tre buoni motivi per farlo:

Le aziende che operano nel settore dell’e-commerce per rimanere competitive devono mantenere alti standard di efficienza ma al tempo stesso essere capaci di gestire molto velocemente gli ordini. I tempi rapidi di consegna infatti possono fare la differenza, soprattutto se si vuole conquistare la fiducia dei clienti e ci si vuole imporre sulla concorrenza.

I clienti finali chiedono sempre più spesso dei prodotti personalizzati e subito disponibili, le aziende si trovano molto spesso costrette a gestire un numero di ordini sempre più alti con tempi di consegna sempre più ristretti. Il risultato? Emerge l’esigenza di pianificare nel dettaglio i flussi produttivi e i processi logistici, coinvolgendo tutti gli attori che operano lungo la filiera, dai fornitori ai terzisti.

Investire sulla digitalizzazione dei processi logistici, e in particolare sui magazzini automatici verticali, è spesso la soluzione migliore per fare in modo che non rimangano scorte in magazzino per troppo tempo, che ci siano difficoltà o problemi legati al loro smaltimento, o peggio ancora che non siano disponibili i prodotti richiesti dai clienti e che quindi non sia possibile consegnarli rispettando i tempi di consegna previsti, spingendo così i clienti a rivolgersi altrove, magari direttamente ai competitor.

Specialmente in un settore così competitivo come quello dell’e-commerce, optare per soluzioni come il magazzino automatico il più delle volte si rivela una scelta azzeccata. A differenza di ciò che credono molte aziende, un’organizzazione impeccabile del magazzino può essere determinante ai fini dell’ottimizzazione della Supply Chain, dell’aumento di produttività, della riduzione dei costi e dell’acquisizione del vantaggio competitivo.

Per tutte queste ragioni la digitalizzazione dei processi logistici (e in particolare del magazzino) dovrebbe essere considerata come un investimento utile per le aziende, e non un costo da evitare.

Quanto ne sai di magazzini verticali?

Migliorare la gestione delle scorte, aumentare la sicurezza del magazzino, velocizzare le operazioni di inventario… questi e tanti altri sono i vantaggi dei magazzini verticali.

Sai come funzionano? Mettiti alla prova!

Fai il quiz!
Quanto ne sai di magazzini verticali? Fai il quiz!